Progetti editoriali

libri gioco - castello

.

La collana Il castello degli illustrautori (Fatatrac, 1992) è un progetto collettivo di Camilla Torna, Simone Frasca e mio (i titoli erano “Il gigante di ghiaccio” di Torna, “Minaccia dallo spazio” di Frasca e “Avventura nel buio” di Roberto Luciani e il mio “In fondo al lago”). Il progetto cartotecnico di un espositore a forma di castello completava l’idea.
La collana proponeva racconti pensati, scritti e illustrati dalla stessa persona -l’illustrautore appunto- e il tema era un evento minaccioso che va a sconvolgere la normale giornata di un bambino di oggi, che riesce però a salvarsi grazie alle proprie capacità.

Il gioco della storia
Franco Cosimo Panini, 1992.

Il Gioco della Storia nasce come gioco da tavola ma dato che deve essere venduto in cartoleria, nella scatola sono inseriti anche dei fascicoli didattici
che servono anche ad a far sì che l’Iva sia più basso di quello dei giochi.

Dato il budget basso non si poteva fare illustrazioni realistiche come quelle- elaboratissime -degli illustratori didattici, quindi io pensai ad un tipo di illustrazione veloce realizzata con la tecnica dell’acquerello, d’effetto, ma non descrittiva.

libri gioco - la storia
libri gioco - la storia
illustrazioni - atene

In un secondo momento l’editore mi chiese di trasformare il gioco che conteneva dei fascicoli, in una collana di fascicoli che contenevano un gioco. Libretti a punto metallico, nei quali era spillato il mini tabellone di un gioco di percorso.

Analogo il concetto de Il gioco dei Mass Media, Franco Cosimo Panini, 1995 poi uscito in volume col titolo “Il grande libro dei Mass Media” con testi di Barbara Corsi (Cinema, Televisione), Renzo Rossi (Libri, Giornali, Radio) e Camilla Torna (Pubblicità).

illustrazioni - libri giornali
illustrazioni - ciack si gira
illustrazioni - supercar
Daniele Nannini - Via del Campuccio 14 - 50125 Firenze - tel: 39 055 221740 – 340 8528900
Tutti i diritti delle opere che figurano in questo sito web sono dell’autore Daniele Nannini. Qualunque loro utilizzo deve essere concordato con l’autore stesso.